Back to 2016: Nameless Music Festival

Back to 2016. Un altro importante evento musicale si è svolto l’anno passato, a cui ho partecipato solamente io (Nicholas).

Nei giorni 2/3/4 giugno si è tenuto nella cittadina di Barzio (Lecco) il “Nameless Music Festival”, composto da due stage. Il primo, dedicato alla musica elettronica, ha accolto molti dei migliori dj/producer EDM del panorama nazionale ed internazionale. Il secondo stage era invece riservato a rap e hip-hop.

Il day 1 è stato aperto dal più atteso tra i tre vincitori del contest, EDMMARO che, come si direbbe tra i giovani, ha regalato alla folla un set di “pura ignoranza musicale” mixando tracce degli artisti più vari, da Gigi D’Agostino al famoso Hardwell. Ma non solo: EDMMARO ha proposto anche alcuni tra i mash-up più improponibili ma “simpatici”. A seguire si sono esibiti talenti nostrani supportati dall’etichetta Nameless Records: Rulezz, Haxon & Rush e SLVR, il quale ha proposto un set pulito ricco di dubstep. E’ poi stato il turno di Simon de Jano e Madwill, duo che ha presentato uno show molto divertente ma anche abbastanza monotono. Anche Jonas Blue non ha brillato, al contrario dei fantastici Lush and Simon. All’ora di cena hanno suonato Moksi e Borgore, intrattenendo il pubblico con una selezione musicale a base di dubstep. L’headliner del day 1 è stato preceduto dalla leggenda Benny Benassi con un set molto tranquillo ma in cui non sono mancate le sue hit, da “Satisfaction” a “Cinema”. Infine si è esibito l’attesissimo Nicky Romero che però ha un pò deluso le mie aspettative, variando poco il genere e risultando quindi scontato. Durante il medesimo giorno nello stage Hip-Hop abbiamo incontrato rapper come Shade, Fred de Palma e Jake la Furia.

Il day 2 l’ho vissuto il prima persona, a partire dal set dei nostri connazionali Delayers e Przi, i quali hanno saputo intrattenere la folla a 360°. Molto positive anche le esibizioni di Daddy’s Groove e dei Chocolate Puma. Al contrario Jacob Plant ha un pò deluso. Successivamente è stato Wiwek con la sua “Jungle Terror” a far scatenare i presenti, seguito dal famoso duo italiano Merk & Kremont. Sono stati proprio loro che, secondo me, hanno proposto il miglior set dei 3 giorni, facendo sentire il proprio stile e portando sul palco anche il cantante Steffen Morrison con il quale hanno collaborato alla traccia “Don’t need no money”. A chiudere il day 2 è stato Alesso. Il dj/producer svedese ha fatto un set all’altezza del suo nome portando con sé i suoi pezzi migliori tra cui “Heroes” e “Calling (Lose My Mind)”, quest’ultimo prodotto con Sebastian Ingrosso. Nello stage Hip-Hop tra gli altri rapper (Ensi, Ghali) si è esibito Salmo, cantando molti brani tratti dal nuovo album unitamente ad altri che hanno fatto la carriera del rapper sardo.

Infine ecco il day 3, al quale ho preso parte a partire dal set di Not For Us. Il dj ha portato il suo stile unico sul palco di Nameless, seguito da uno dei membri della Barong Family, Cesqueaux, che ha stravolto lo stage a suon di dubstep. Dopo è stato il turno dei Cyberpunkers, i quali hanno proposto alcune delle loro più datate produzioni come “Fuck the System” ma anche pezzi molto freschi. E’ poi stato compito dei Marnik infiammare il festival dove hanno presentato molte ID oltre alla traccia “Bazaar” (inno del famoso festival indiano Sunburn) realizzata in collaborazione con KSHMR. Durante lo show è salito sul palco anche il rapper italiano Fedez, mascherato da ‘stormtrooper’ di Star Wars. A seguire altra dubstep con Snails, che mi ha stupito molto positivamente, e il set del quale ero più curioso, quello degli Yellow Claw, i quali hanno proposto tutte le loro tracce e collaborazioni più popolari oltre a molti drop harcore e un pò di trap che ha infiammato il pubblico. La chiusura dell’evento è toccata all’esperto Fedde Le Grand che ha portato le sue migliori hit e tanta big room.

Nel complesso il festival mi è piaciuto molto. I prezzi del biglietto d’accesso sono relativamente bassi così come quelli per acquistare cibo all’interno. Il merchandising era un pò più caro, ma non eccessivamente.

Ora aspetto solo Nameless Music Festival 2017 con i primi super-ospiti già annunciati tra cui il duo svedese Axwell /\ Ingrosso.

14568227_1084093045042127_326487891419355316_n

Nicholas

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...